La cura degli occhi del cane

Controllare regolarmente a casa gli occhi del vostro cane vi aiuterà ad essere attenti a eccessive lacrimazione, opacità o infiammazione che potrebbero indicare un problema di salute. Riportiamo in questo articolo le caratteristiche e le funzioni da controllare per contribuire a mantenere sempre ottimale la vista del vostro cane e i suoi occhi sempre sani e brillanti. Lo sguardo iniziale Mettetevi di fronte al vostro cane in una zona ben illuminata e guardatelo negli occhi. Devono essere chiari e luminosi, e il bulbo oculare dovrebbe essere bianco. Le sue pupille devono essere uguali per dimensioni e non ci devono essere lesioni, muco o croste agli angoli degli occhi. Un’osservazione più approfondita Con il pollice, ruotate delicatamente verso il basso palpebra inferiore del vostro cane e guardate il rivestimento. Dovrebbe essere di colore rosa, non rosso o bianco. Segni a cui prestare attenzione I seguenti segni indicano ciò che potreste evidenziare osservando gli occhi del vostro cane: Produzione di materiale mucoso e presenza di croste Lacerazioni Interno delle palpebre arrossato o pallido Ciglia e peli intorno all’occhio bagnati dalle lacrime Palpebre unite Opacità e cambiamenti di colore degli occhi Terza palpebra evidente Pupille di grandezza diversa La pulizia Una delicata pulizia quotidiana con una garzina umida aiuterà a tenere gli occhi del vostro cane ben puliti e privi di croste. Pulite l’esterno della coda dell’occhio e fate attenzione a non toccare il bulbo oculare, se non volete graffiare la cornea. Se il vostro cane soffre costantemente di eccessiva lacrimazione, sarebbe opportuno consultare il veterinario: potrebbe avere un’infezione. Le razze a pelo lungo possono riportare danni agli occhi se i peli che gli cadono davanti agli occhi non vengono accorciati. Utilizzando le forbici con le punte arrotondate, tagliate accuratamente il pelo intorno agli occhi in modo da evitare che i peli si infilino negli occhi e arrechino danni. Saponi e farmaci topici possono essere molto irritanti. Assicuratevi di proteggere gli occhi del vostro cane prima di fagli il bagno o applicare pomate o spray anti-pulci. Quando si esce in macchina Più di un cane ama sporgere la testa dal finestrino quando viaggia in macchina ma se polvere, detriti o un insetto entrano nell’occhio, possono provocare lesioni e dolore. E ‘molto più sicuro guidare con i finestrini solo parzialmente abbassati e la testa del vostro cane all’interno del veicolo. Il vento può anche seccare gli occhi, causando irritazioni e infezioni. Un problema di natura genetica Fate una piccola ricerca e cercate di scoprire se il vostro cane è predisposto verso patologie oculari, come il glaucoma o l’atrofia progressiva della retina. Naturalmente, il vostro animale domestico dovrebbe essere sottoposto a visite oculistiche annuali, ma conoscere i possibili problemi ereditari vi aiuterà a prendere le dovute precauzioni. Conoscere i disturbi oculari: terminologia Congiuntivite: uno o entrambi gli occhi sono arrossati e gonfi, e ci può essere produzione di materiale mucoso. Secchezza: diminuita produzione di lacrime che può causare l’infiammazione della cornea. Occhio a ciliegia: rigongiamento della ghiandola lacrimale posta al di sotto della terza palpebra (che è quella che si evidenzia quando il cane apre gli dopo un sonnellino) visibile esternamente all’occhio. Epifora: un eccessiva produzione di lacrime che crea macchie sul pelo periorbitale del cane. Glaucoma: la cornea diventa torbida e l’occhio appare ingrandito a causa di un aumento della pressione nel bulbo oculare. Ectropion: la palpebra inferiore si gira verso l’esterno provocando dapprima epifora, poi secchezza. Entropion: la palpebra inferiore si gira verso l’interno causando congiuntivite e lesioni. Cataratta: un opacità del cristallino dell’occhio può causare disturbi della vista e cecità possibile (frequente negli anziani). Atrofia progressiva della retina: causata dalla degenerazione del tessuto retinico. La cecità notturna è spesso il primo segno.