Cani e cioccolata

Se il vostro cane è un membro della famiglia più che un animale da compagnia, potreste avere l’abitudine di condividere il vostro cibo con lui. Gli alimenti che noi possiamo consumare con moderazione, potrebbero essere molto pericolosi per i nostri animali. Il cioccolato, se consumato in modeste quantità, potrebbe essere altamente dannoso per i cani, tanto da farli morire: è considerato una delle più comuni cause di avvelenamento del cane. Cosa rende il cioccolato velenoso per i cani? Il cioccolato viene prodotto dal cacao e dalle fave di cacao che contengono sia caffeina che un composto chimico chiamato TEOBROMINA, che rappresenta il reale pericolo. I cani metabolizzano la teobromina molto più lentamente degli esseri umani. Un uomo impiega da 20 a 40 minuti per metabolizzare la teobromina, mentre i nostri cani dopo 17 ore hanno metabolizzato solo la metà della teobromina ingerita. La teobromina è anche tossica per i gatti, ma ci sono pochissimi casi segnalati di avvelenamento da teobromina nei felini, perché raramente mangiano cioccolato. I cani, d’altra parte, mangiano qualsiasi cosa. Anche piccole quantità di cioccolato possono causare vomito e diarrea nei cani. Quantità tossiche possono indurre iperattività, tremori, ipertensione arteriosa, un ritmo cardiaco accelerato, convulsioni, insufficienza respiratoria e arresto cardiaco. Quantifichiamo Più un prodotto contiene cacao, più è velenoso per il vostro cane. In 1 grammo di cioccolata fondente sono presenti circa 130 milligrammi di teobromina – circa 10 volte di più del cioccolato al latte. Il cioccolato bianco contiene pochissima teobromina. Quindi il vero pericolo sta nel consumo di cioccolato fondente. Sono stati registrati decessi con dosi di teobromina in quantità pari a 115 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo, per cui solo 60 grammi di cioccolato fondente potrebbero uccidere un cane di 10 chili. Con l’ingestione di circa 100 a 150 milligrammi di teobromina per chilogrammo di peso corporeo possono verificarsi gravi reazioni tossiche. Ciò significa che: Un cane di 4kg può presentare sintomi di tossicità dopo aver mangiato solo 30 grammi di cioccolato fondente. ¦Un cane di 12kg potrebbe avere questi sintomi dopo aver mangiato circa 90 grammi di cioccolato fondente. Un cane di 30kg potrebbe presentare sintomi dopo aver mangiato 200 grammi di cioccolato fondente. Cosa fare se il nostro cane mangia della cioccolata? Chiamate il medico veterinario e comunicategli quanta cioccolata e che tipo di cioccolata ha mangiato e il peso del vostro cane. Dopo aver mangiato una dose potenzialmente tossica di cioccolato, i cani in genere presentano diarrea e iniziano a vomitare. Se il cane non vomita spontaneamente, il veterinario può consigliarvi indurre il vomito immediatamente. Quando un cane mostra segni di iperattività e agitazione o sta avendo convulsioni, più velocemente lo si induce, meglio è. Il vostro veterinario sarà in grado di suggerirvi il modo migliore per indurre il vomito nel vostro cane. I sintomi di avvelenamento da teobromina generalmente possono verificarsi tra le 4 e le 24 ore dopo l’assunzione di cioccolata.